Costi Asta Giudiziaria: Quali Sono?

Scopri Quali Sono le Spese di cui Tenere Conto


Costi Asta Giudiziaria

Stai pensando di comprare la tua casa all’asta, ma non hai la minima idea di quali siano i costi legati ad un’asta giudiziaria?

Allora sei capitato proprio nel posto giusto!

Nelle righe che seguono, troverai un piccolo vademecum, una sorta di elenco  che, in modo chiaro e semplice, ti farà capire quali e quante spese dovrai mettere in conto, se decidi di acquistare un immobile in asta. 

Costi Asta Giudiziaria: Domanda di Partecipazione

Innanzitutto alla domanda di partecipazione va normalmente apposta una marca da bollo da 16 euro.

Ma fosse solo questo, non sarebbe un gran problema…

Alla domanda va allegato un assegno circolare di valore pari al 10% del prezzo offerto.

Se sarai il fortunato aggiudicatario dell’immobile, l’importo dell’assegno verrà considerato come anticipo sul prezzo della casa.

Saldo del Prezzo

Tieni ben presente che il saldo del prezzo normalmente deve essere versato entro un massimo di 120 giorni dall’aggiudicazione, ma l’avviso di vendita potrebbe, a seconda dei casi, riportare termini più brevi.

Pertanto, leggi con molta attenzione quanto indicato nell’avviso di vendita, che contiene tutte le informazioni che ti occorrono per partecipare all’asta senza commettere errori.

E, soprattutto, assicurati di avere la copertura finanziaria per effettuare il saldo prezzo.

Nel caso in cui, avessi dei dubbi sui costi, sulle spese, o sull’applicazione delle imposte, contatta il delegato alla vendita.

Qualora fossi alle prime armi, ti consiglio di fare una domanda in più, magari anche banale, piuttosto che rischiare di calcolare male i costi e ritrovarti in un mare di guai.

Se non avrai la fortuna di aggiudicarti l’immobile, l’assegno ti verrà restituito.

Incidenza dei Costi

In caso di aggiudicazione, dovrai anche far fronte ai costi della procedura, corrispondenti all’onorario del delegato alla vendita, alle spese di cancellazione dei vincoli presenti sull’immobile, alle imposte da pagare per il trasferimento della proprietà.

La  misura degli stessi è indicata nell’avviso di vendita, e spesso alcune spese rimangono a carico della procedura.

Per fare i tuoi conti in maniera attendibile, puoi considerare un importo che si aggira intorno al 20% del prezzo di aggiudicazione.

Spese Condominiali

Non ti dimenticare poi di considerare le spese condominiali.

Acquistando un immobile all’asta (ma anche acquistando sul mercato libero) è possibile che ci siano spese condominiali arretrate non pagate.

Devi sapere che sono a tuo carico le spese ordinarie relative agli ultimi due anni precedenti l’acquisto.

Le spese straordinarie invece, se già deliberate, non possono essere poste a tuo carico.

Sono informazioni che trovi indicate nella perizia sull’immobile, sempre presente quando compri casa all’asta.

Costi Asta Giudiziaria: Difformità da Regolarizzare

In perizia ricordati di controllare anche se ci sono costi da sostenere per regolarizzare eventuali difformità rilevate.

Infine una raccomandazione: non farti prendere dall’entusiasmo e tieni bene a mente il prezzo che hai la possibilità di sostenere per acquistare il tuo immobile.

In un’asta all’incanto è facile farsi prendere la mano e rilanciare fino a superare il prezzo massimo che si era pensato di offrire.

Quindi fai molta attenzione, se non vuoi rischiare di acquistare la tua casa ad un valore superiore a quello che avresti pagato nel libero mercato.

Riepilogo Costi

Per concludere, un breve riepilogo dei costi di acquisto di una casa in asta:

  • Marca da bollo da 16 euro per partecipare
  • Costi della Procedura
  • Imposte
  • Spese Condominiali
  • Eventuali difformità da regolarizzare
  • Costi Notarili

Se, oltre a capire quali sono i costi per l’acquisto di una casa all’asta, ti piacerebbe sapere quanto puoi risparmiare, dai un’occhiata qui.

Se non ti senti in grado di fare da solo, clicca sul bottone qui sotto e dai un’occhiata alla Video Lezione Gratuita, per scoprire come ti possiamo aiutare.