Aste Immobiliari: Sempre Più Case in Vendita

Un’Opportunità da Non Sottovalutare


Aste ImmobiliariDi aste immobiliari, molto probabilmente, ne hai già sentito parlare, ma sei sicuro che ti abbiano detto veramente come stanno le cose?

E, soprattutto, del fatto che, chi te ne ha parlato, sappia davvero come funzionano?

Te lo chiedo perché io ho sprecato anni a dar retta a false credenze, che si tramandano di generazione in generazione.

Proprio per questo, voglio sfatare dei falsi miti, che servono solo a complicare la vita di chi vuole acquistare casa.

L’Alternativa al Libero Mercato

Se hai deciso di comprare casa, con molta probabilità, quando hai trovato quella che potrebbe essere la tua casa ideale,  hai dovuto fare i conti con la dura realtà…

Chi, oggigiorno, non si trova a dover fare i conti con stipendi da fame e spese sempre più alte?

Questo, però, non deve farti desistere dal tuo obiettivo, perché forse l’alternativa c’è: si chiama asta immobiliare.

E, se il nome un po’ ti preoccupa, perché non sai bene come funziona, ti invito a fermarti un attimo a leggere le righe che seguono.

Da diversi anni ormai, il mondo delle aste immobiliari si è completamente rivoluzionato.

Infatti, devi sapere che sono entrate in vigore nuove norme che ne hanno regolamentato con precisione il funzionamento.

Oggi, la trasparenza è tale, da renderlo accessibile praticamente a chiunque.

Comprare una casa all’asta può farti risparmiare in media il 30% rispetto al valore che l’immobile ha sul mercato.

Questa ragione, insieme alle garanzie ed alla trasparenza messe in atto dalla nuova normativa, fanno dell’acquisto all’asta un modo sicuro e conveniente di comprare casa, forse uno dei modi migliori oggi esistenti.

Tieni presente che il numero degli immobili all’asta negli ultimi anni è notevolmente aumentato.

E, questo, ti da la possibilità di scegliere la tua casa nell’ambito di un ventaglio molto ampio di opportunità.

I Dubbi Più Comuni

So cosa stai pensando, per partecipare ad un’asta mi serve liquidità, e se ho bisogno di un mutuo?

E se l’immobile è occupato, poi come faccio? Chi mi garantisce che potrò liberarlo senza incorrere in problemi di natura pratica?

Potrò vedere l’immobile prima di acquistarlo o dovrò comprare a scatola chiusa?

Sarò in grado di presentare l’offerta da solo?

Chi troverò a concorrere con me all’asta?

Innanzitutto ti tranquillizzo sul fatto che puoi partecipare ad un’asta anche senza disporre di ingente liquidità.

Il 10% del valore offerto è l’unica cifra che ti viene chiesto di anticipare, a titolo di cauzione che ti viene restituita nel caso di non aggiudicazione dell’immobile.

Mutuo: 120 Giorni per Ottenerlo

In caso di aggiudicazione, di regola, hai ben 120 giorni per versare il saldo del prezzo, ma è sempre bene leggere quanto riportato nell’avviso di vendita.

Non è necessario disporre di tanta liquidità, poiché l’acquisto può essere finanziato  richiedendo un mutuo.

Alcune banche convenzionate finanziano addirittura il 100% del valore dell’immobile.

A tale scopo, è utile, prima di partecipare all’asta, richiedere una pre-delibera alla banca, per essere certo della cifra che sarai in grado di ottenere.

E Se l’Immobile Risulta Occupato?

La legge ha introdotto apposite procedure per la liberazione dell’immobile.

La vendita e la liberazione, sono state affidate a soggetti qualificati, che possono disporre di poteri che consentono una maggiore celerità.

È possibile che, un immobile che sulla carta figuri come occupato, risulti in realtà libero anche prima della vendita, perciò conviene sempre accertarsene.

Le visite all’immobile sono garantite da una procedura snella che gestisce la prenotazione e gli appuntamenti.

Gli immobili possono essere visionati entro i 7 giorni precedenti la data della vendita.

Al momento della visita sarà possibile rivolgere al custode tutte le domande che ritieni opportune.

Il custode, inoltre, rimane sempre a disposizione degli interessati, al fine di soddisfare ogni dubbio e curiosità, permettendo di arrivare preparati il giorno dell’asta.

Aste Immobiliari: Vantaggi

Il vero vantaggio di acquistare all’asta rispetto al mercato libero, è la presenza della perizia sull’immobile, effettuata dal CTU (consulente tecnico d’ufficio) incaricato dal Tribunale.

La perizia è il documento che riporta tutte le caratteristiche e le condizioni dell’immobile, dalla stessa potrai farti un’idea anche di eventuali lavori di ristrutturazione da effettuare.

Ha valore di perizia giurata per cui offre la garanzia di far emergere, in maniera accurata, tutto ciò che riguarda l’immobile, che normalmente spetterebbe a te verificare, compresi eventuali vincoli, difformità, e criticità.

Ricordati che tutti i pesi e i gravami dell’immobile, ad esempio pignoramenti e ipoteche, sono a carico della procedura, che provvederà a cancellarli.

A Quali Spese Vai Incontro?

Eventuali spese che dovresti poter sostenere per regolarizzare difformità rilevate, saranno indicati consentendoti di pianificare adeguatamente gli effettivi costi.

Abbiamo trattato l’argomento nell’articolo Comprare casa all’asta: spese di aggiudicazione, che puoi trovare sul nostro Blog 

Se le spese condominiali ordinarie indicate in perizia ti sembrano eccessive non preoccuparti, per legge sono a tuo carico solo quelle relative agli ultimi due anni precedenti l’acquisto. 

Le spese straordinarie invece saranno a tuo carico soltanto se già deliberate.

Prevenire è Meglio che Curare!

E se dopo l’aggiudicazione emergono problemi?

Tieni presente che la possibilità che l’immobile presenti vizi occulti è insita in ogni tipo di acquisto, anche quelli effettuati sul mercato libero. 

A questo di solito non si pensa, per cui non è sicuramente una buona ragione per rinunciare ad acquistare la tua casa all’asta, che anzi grazie alla presenza della perizia, è in grado in realtà di fornirti maggiori garanzie.

A corredo della perizia poi solitamente vi sono altri documenti molto utili quali foto, visure, planimetrie catastali, certificazioni energetiche. 

Nel mercato libero dovresti comunque acquisire questi documenti con notevole dispendio di tempo e denaro.

Nell’acquisto in asta hai la possibilità di consultarli gratuitamente nel giro di pochi minuti. 

Nella perizia inoltre non sono indicate solo le caratteristiche dell’immobile, ma anche i servizi presenti nei dintorni, dandoti la possibilità di farti rapidamente una prima idea del contesto in cui l’immobile è inserito. 

Non ti devi preoccupare delle persone che troverai in asta il giorno della vendita: sono tutte persone come te, che cercano di acquistare la loro casa all’asta.

Oppure, potresti trovare, operatori professionali che acquistano a scopo di investimento.

La loro presenza non ti deve preoccupare.

Infatti, tali operatori, sono interessati a realizzare un margine di guadagno, perciò non saranno, di norma, disposti ad offrire un prezzo più alto del tuo.

Ecco in poche righe le ragioni per cui ti consiglio di prendere in considerazione la strada delle aste immobiliari per l’acquisto della tua casa.

È Sempre Conveniente?

Un ultimo accorgimento però.

Valuta bene il valore dell’immobile indicato in perizia, confrontandolo con il valore di immobili simili presenti sul mercato libero.

Può infatti accaderti di imbatterti in perizie datate rispetto al momento della vendita, che riportano un valore di vendita non più in linea con quello di mercato.

Per cui ricordati di valutare sempre se si tratti in effetti di un vero affare.

Se non sei propenso ad affrontare da solo il mondo delle aste, puoi affidarti ad un esperto del settore.

Il suo compito è quello di indirizzarti ed accompagnarti nel migliore dei modi lungo il percorso che ti condurrà alla scelta della tua casa.

Una raccomandazione: la casa non è un vestito, il mutuo che stipulerai ti accompagnerà fino all’età della pensione, perciò scegli di farti assistere da chi la materia la conosce davvero.

Se vuoi sapere, nel dettaglio, quanto puoi arrivare a risparmiare, dai un’occhiata qui ⤵️